Patrizia Sciolla

psicologa - psicoterapeuta

Patrizia Sciolla

Descrizione Completa





TERAPIA SISTEMICO RELAZIONALE

L’elemento distintivo del modello di psicoterapia sistemica proposto da Eteropoiesi consiste nello sviluppare l’analisi dei problemi e la ricerca di una loro soluzione attraverso il lavoro contemporaneo su due coordinate: il livello relazionale (caratteristica della terapia della famiglia) il livello della persona, considerata non solo come individuo parte di un sistema, ma come polo organizzatore autonomo del mondo esperienziale.

 

TRAINING AUTOGENO

Il Training Autogeno è una tecnica di rilassamento, ideata negli anni ‘30 da Johannes Schultz, neurologo e psichiatra berlinese, finalizzata a scaricare lo stress, al recupero delle energie fisiche e psichiche e allo smorzamento dell’ansia.

Il suo successo è dovuto alla relativa facilità con cui può essere appresa e ai grandi vantaggi di cui gode chi la pratica costantemente.

 PER COSA E’ INDICATO

1.per il miglioramento della capacità di autocontrollo emotivo di fronte agli eventi stressanti

2.come pratica quotidiana per favorire il benessere psico-fisico, anche in gravidanza.

3.Per potenziare l’attività mentale, l’attenzione e la memoria

4.per il miglioramento della capacità di introspezione e di autocoscienza

5.per un abbassamento dell’ansia e del dolore

6.come intervento per numerosi disturbi psicosomatici quali ad esempio insonnia, ipertensione, asma,colite, cefalea, tic, eczemi, balbuzie, dismenorrea, stipsi, tachicardia sinusale, disturbi digestivi…

7.per la possibilità di addormentarsi facilmente per chi ha problemi di insonnia.

 

PERCHE’ ANDARE DALLO PSIOLOGO?

Una famiglia arriva in psicoterapia di solito perché è preoccupata per la salute e il benessere di uno o più membri e ogni tentativo di soluzione è fallito producendo dolore, frustrazione e senso di impotenza in tutto il nucleo familiare. Ma che cosa è accaduto? Che cosa abbiamo sbagliato si domandano i genitori?

L’obiettivo della terapia di coppia non è quello di aiutare solo uno dei due, ma spingere entrambi a trovare nuovi equilibri sperimentando un punto di vista emotivo diverso e condiviso; ciò significa aiutare la coppia ad uscire dal copione rigido delle reciproche accuse stimolando entrambi ad adottare nuovi modi di agire e pensare il loro rapporto.

Ogni individuo nell’arco della propria vita si trova ad affrontare situazioni stressanti prevedibili (matrimonio, gravidanza, nascita, menopausa, pensionamento…) e non prevedibili (morti premature, aborti, perdita del lavoro, malattie, divorzi…).

Se uno di questi eventi presenti nel percorso di vita di ogni essere umano non viene superato con soluzioni efficaci, provocherà tensione e sofferenza e potrà dare origine ad una profonda crisi (disturbi dell’umore, attacchi di panico, depressione, disturbi psicosomatici, problemi di dipendenza, …).

Compito del terapeuta è quello di aiutare la persona ad affrontare in modo nuovo un problema irrisolto, riattivando così un percorso di crescita interrotto e scoprendo nuove risorse interiori.

Intraprendere un percorso psicoterapeutico significa iniziare a conoscere la propria sofferenza, imparare ad occuparsene con l’obiettivo di uscire dalla crisi.

Patologia e benessere sono facce della stessa medaglia, molti disturbi non sono altro che un’errata interpretazione della realtà che spesso è troppo frenetica e complicata, probabilmente per chiunque.

Le attività principali di quest’area riguardano colloqui per le difficoltà che si presentano nella propria vita, gestione dello stress nel lavoro e nella coppia, sviluppo dell’autoefficacia, automotivazione.

 




Città


Commenta