Diletta Arzilli


Diletta Arzilli

Descrizione Completa





Mi occupo di psicodiagnosi, e a seconda delle difficoltà presentate, effettuo consulenza clinica, sostegno psicologico (anche alla genitorialità) o psicoterapia individuale. Lavoro sia con l’infanzia che con adolescenti e adulti.
le problematiche che ho più frequentemente afforntato sono
disturbi di ansia, attacchi di panico, fobie, disturbi dell’umore; disturbi alimentari;disagi legati alle fasi di cambiamento (lutti, separazioni, cambiamento di lavoro, malattie personali gravi e/o croniche, pensionamento, gravidanza) e disturbi specifici dell’apprendimento.
Da anni conduco gruppi sull’educazione relazionale-affettiva con adolescenti.
Modalità di lavoro
Seguendo l’ottica costruttivista, si può esemplificare l’intervento dello Psicologo attraverso la metafora, originariamente proposta da Kelly (1955), secondo la quale il lavoro terapeutico è concettualizzato come un processo di ricerca all’interno del quale, paziente e terapeuta, svolgono i ruoli distinti e complementari rispettivamente di ricercatore e di supervisore alla ricerca.
In specifico, la metafora definisce le competenze peculiari di ciascuno dei due membri della relazione: il paziente-ricercatore è l’esperto rispetto all’oggetto della ricerca (il suo sistema di conoscenza, le sue sensazioni, i suoi pensieri, le sue emozioni ecc.) poiché è l’unico ad avere la possibilità di un contatto diretto con esso; lo psicologo-supervisore è l’esperto rispetto al metodo e il suo compito è quello di suggerire gli strumenti, le procedure e i tempi per portare avanti l’intero processo.
È quindi di fondamentale importanza la relazione terapeutica, che diventa così strumento di cambiamento.




Città


Commenta